Cambiare per gli altri è mentire a se stessi.



Per arrivare all'alba non c'é altra che la notte.



Per realizzare i propri sogni è necessario svegliarsi.

sabato 5 gennaio 2013

I won't give up





Ok.
Keep calm and carry on :)
Il mio ultimo post e' stato circa 3 mesi fa, mi dipiace tantissimo ma o sono fuori coi miei amici, o studio, o sono in palestra (eheh, si', adesso devo stare a dieta ASSOLUTAMENTE), o scrivo lettere (genitori, nonni, pen friends), o leggo e sarebbe impossibile in ogni caso raccontare tutte le cose meravigliose che faccio in questo blog (ho sempre paura che qualcuno di inopportuno lo legga >.<). Ho gia' avuto terribili discussioni riguardo alla mia incapacita' completa di tenere i contatti con l'Italia (vi dico solo che ho fatto skype piu' o meno 6 volte da quando sono arrivata), quindi non contate troppo sulla puntualita' dei miei post.
Il punto e' che sono talmente cambiata che mi ci sono voluti mesi per abituarmi alla nuova me. No, non sono una squilibrata. Ma conoscere persone da tutto il mondo, arrivare in un posto nuovo e doversi costruire una nuova vita, creare legami piu' profondi di quanto avessi ritenuto possibile, essere lontani kilometri e kilometri dalla propria famiglia, non poter contare su nessuno tranne che su persone che fino a poche settimane prima non immaginavi neanche che esistessero (mi sono rifiutata dall'inizio di confidarmi con i miei, come diceva la wep tanto loro non possono aiutarci, li angoscieremmo e basta), vedere la propria immagine farsi sempre piu' sfocata e poi ridefinirsi improvvisamente, piu' luminosa e sicura di prima, be', e' uno shock bello e buono. Non sono mai stata homesick (solo nelle prime 3 settimane camminavo sul filo del rasoio, e non so dove sarei se non fosse per le persone che mi hanno affiancato sin dai primi giorni), nemmeno nel periodo natalizio. I diagrammi della wep che in Italia mi facevano rabbrividire (cultural shock, homesickness, depressione durante le vacanze invernali) non mi hanno nemmeno sfiorata. Dimostrazione del fatto che non siamo tutti uguali....per me la prova [iu' difficile e' stata mantenere i contatti, non riuscivo a tollerare che la mia famiglia rimanesse sempre uguale mentre io cambiavo. Non fraintendetemi, sono sempre stata una ragazza casa&studio&famiglia&notrasgressioni, mia mamma era la mia amica piu' cara, i miei nonni il mio porto sicuro, mia sorella il mio completamento. Credo sia stato il mio spirito di sopravvivenza a dirmi di dare un taglio netto (o quasi), e questo mi ha enormemente avantaggiata. Quest'esperienza ci cambiera' tutti, ma in modo diverso: c'e chi impara ad apprezzare quello che aveva prima, quello che non vorrebbe mai ritornare, quello che non riesce piu' ad essere felice se non pensando che presto i 9 mesi finiranno. Conoscendo tanti exchange, ho visto come questa esperienza possa essere sia positiva che negativa. L'unico consiglio che posso dare agli indecisi: non saprete mai chi siete se non vi imbarcate, almeno una volta, in un'impresa che vi mette alla prova. Quindi levate l'ancora e affrontare l'oceano. Se affonderete o se raggiungerete la terra promessa, bhe', questo non posso dirvelo, vi basti sapere che dipende in buona parte da voi.
In ogni caso, una quindicina di giorni fa siamo scampati alla fine del mondo, 6 giorni fa abbiamo iniziato un nuovo anno, fra 5 mesi sara' estate e per molti exchange questo significhera' tornare a casa, quindi per adesso basta dissertazioni filosofiche.
Le mie vacanze natalizie sono state un'avventura, tentero' di riassumerle in brave :)
Per Natale sono andata coi miei amici a nuotare nell'oceano, e' stato stupendo: contrariamente all'opinione generale che in Irlanda si congela, qui c'e' piuttosto caldo, circa 10 gradi, che significa t-shirt, jeans, maglione, sciarpa :). Verso le 2 c'e' stato il pranzo (abbondante, ma non enorme come quello italiano), e poi abbiamo guardato la tv tutti insieme fin circa alle 6, quando sono arrivati gli ospiti: il clima era molto sereno e rilassato (grazie anche a qualche birra :) ), io ero con la mia host sister e con un'altra ragazza, ci siamo divertite molto....
Per Santo Stefano la mia host family mi ha lasciato la casa e mi hanno permesso di invitare una decina di persone!! La cosa e' riuscita abbastanza bene, e' stato un pomeriggio veramente carino! Ero molto soddisfatta di me :)
Per Capodanno invece c'e' stato un super party a casa dei vicini, circa 50 persone (ossia 6 famiglie), e c'erano anche 3 miei carissimi amici!! Be', non posso descriverlo nel dettaglio perche' alcune cose e' meglio rimangano segrete, posso solo definirlauna serata memorabile (basti dire che si e' conclusa con lo spogliarello del ragazzo belga, che e' salito sul tavolo davanti a TUTTI gli invitati e ha ballato con solo i suoi boxer rosa addosso ehm ehm...).
Ieri sono andata con alcuni amici  a fare un viaggio organizzato a Dingle e dintorni, i paesaggi erano talmente belli che devo lasciarvi qualche foto, le parole non sarebbero sufficienti a rendere l'idea.
Oggi  vado a prendere la mia migliore amica (lei e' spagnola, non ho mai avuto nessuna amicizia piu' profonda di quella che ho con lei, e' da due giorni che conto LE ORE che mi separano al suo arrivo), ho talmente tante cose da raccontarle che probabilmente passeremo la notte in bianco anche se lunedi' e' il primo giorno di scuola.....

Ok, ora devo andare, cerchero' di aggiornare presto (eheh, le ultime parole famose)
Un bacio a tutti

3 commenti:

  1. Che luoghi! Che meraviglia!

    RispondiElimina
  2. Neanche con me gli schemi della WEP hanno funzionato. Sinceramente non ho avuto nessun momento di depressione cronica, anche se non ho, come te, la fortuna di uscire con altri exchange students (da me siamo in tre: io, un sud coreano che non parla molto bene inglese e una danese simpatica ma molto diversa da me - basti dire che in camera sua avrà una trentina di creme e profumi diversi).

    www.milleseicentolibbre.wordpress.com
    Quindi, beh, diciamo che non passo molto tempo con gente della mia età... Ma i miei hparents sono giovani (30 anni) e fantastici, per cui proprio non mi devo lamentare! Buona fortuna con la tua avventura, goditela fino all'ultimo! E complimenti per il blog :)

    RispondiElimina
  3. grazie irene!!!! stessa cosa x te!!!
    e si Giulia, i posti sono mozzafiato!!

    RispondiElimina